Un mandante politico dello stupro a Roma, Stazione della Storta?

Su Dagospia, noto sito di gossip e informazione varia e avariata, è apparsa una
lettera che, se verificata e confermata nelle circostanze esposte, sarebbe
scandalosa. 

http://dagospia.excite.it/esclusivo.html


Informazione che ci allarma da far girare. Come
può un rumeno senza fissa dimora, mezz’ora dopo aver aggredito la
povera ragazza nei pressi della Stazione della Storta ad avere come
difensore l’avvocato Francesco Saverio Pettinari famoso
penalista difensore del magistrato Metta, indagato nell’ambito del
processo Lodo Mondadori che vedeva indagati Berlusconi, Pacifico,
Previti e Squillante?

Inoltre l’avvocato Pettinari risulta iscritto in gioventù all’MSI. Guarda caso uno dei soccorritori della ragazza firma con Alemanno
con tanto di foto sul Messaggero del 22 aprile 2008, il patto per la
legalità e la sicurezza. Agatha Christie faceva dire a Poirot che
quando ci sono tre coincidenze diventano un indizio.

MD

This entry was posted in lavoro e capitale. Bookmark the permalink.

1 Response to Un mandante politico dello stupro a Roma, Stazione della Storta?

  1. uno says:

    VERGOGNA!
    Mandare in giro simili menzogne disgustose è degno della peggio teppaglia come voi.

Comments are closed.